Zenzero

Zenzero proprietà

Zenzero proprietà

Zenzero proprietà

Lo Zenzero, Sheng Chiang in cinese è una pianta tropicale della  famiglia Zingiberaceae. Lo zenzero è largamente coltivato in India, in Cina e molte altre regioni tropicali. La radice costituisce un alimento e la base per la preparazione di un rimedio di Medicina Tradizionale Cinese MTC. L’agopuntura è parte della MTC  e pertanto utilizza anche lo Sheng Chiang in terapia.

La terapia con gli aghi è parte di un sistema medico complesso che prevede anche l’utilizzo di piante medicinali. I rimedi di MTC sono prodotti efficaci, in parte portati in occidente e utilizzati come riferimento per la preparazione di farmaci. Lo Zenzero come rimedio  è ottenuto dal rizoma della pianta. Si tratta di un rimedio ampiamente usato anche in altri contesti culturali e medici.

Descrizione botanica – Zenzero proprietà

Sheng Chiang è eretta, perenne, con spessi rizomi tuberizzati da cui si diparte un fusto aereo eretto fino ad 1m di altezza. Le  foglie sono lineari-lanceolate e lunghe fino a 20 cm. Esse hanno lunghi peduncoli floreali con fitte infiorescenze corte a spiga. I singoli fiori sono gialli, zigomorfi, con labello staminoide violaceo e circondato da brattee.

Il rimedio è costituito dal rizoma intero o tagliato a pezzi appiattiti.  Generalmente il sughero esterno viene rimosso. La preparazione di Sheng Chiang ha un colore grigio-giallognolo la superficie presenta fini striature longitudinali. La sezione trasversale presenta una sottile corteccia. Viene comunemente e impropriamente chiamata radice. L’odore è caratteristico e aromatico. Il sapore è pungente e speziato, che vira all’acre. Gli estratti sono prodotti dal rimedio essiccato non sbucciato perché gran parte dell’olio essenziale è contenuto nella buccia.

Cosa è un rizoma?

Il rizoma è un fusto sotterraneo, è determinato da un adattamento all’ambiente.  Si tratta pertanto di una sezione di fusto che si  modifica. Esso si sviluppa orizzontalmente nel terreno restando ipogeo ed è munito di nodi evidenti. In esso le foglie che dipartono dai nodi, perdono la loro caratteristica funzione riducendosi a piccoli catafilli rivolti verso la parte superiore alla cui ascella ci sono le gemme da cui possono svilupparsi dei germogli.

Il rizoma è dunque una parte del fusto che si adatta a diventare radice.  Ai  nodi del rizoma, nella parte inferiore si trovano le radici avventizie. L’accrescimento del rizoma può essere indeterminato quando la gemma apicale resta nel terreno.

Proprietà dello Zenzero secondo la Medicina Tradizionale Cinese

zenzero_proprietà

zenzero_proprietà

La  farmacologia tradizionale cinese, si riferisce ad una conoscenza vasta e completa della medicina. Essa basa però su un proprio metodo e su presupposti scientifici diversi da quelli applicati in epoca moderna. Pertanto ai fini della comprensione delle descrizioni classiche dello Zenzero o Sheng Chiang occorre aver conoscenza del metodo. Il Sheng Chiang appartiene ai medicamenta libertantia speciei acria et temperata.

Difficile riportare in lingua italiana il senso completo del termine, ma si tratta rimedi con tropismo cutaneo respiratorio e stomaco per malattie estemporanee e non pericolose. In lingua volgare si potrebbe tradurre la categoria come antinfluenzale. Tuttavia il senso dei termini cinesi va oltre quello comunemente connesso alla lingua italiana.

Secondo la tradizione il comportamento termico del Sheng Chiang è neutrale con una tendenza al caldo. Il sapore è importante per comprendere le indicazioni di un rimedio. Pertanto il medico antico procedeva alla preparazione del medicinali, anche dopo aver assaggiato la sostanza di partenza. Il sapore del Sheng Chiang è  piccante, svelando in tal modo una delle attribuzioni orbitale.

Una orbita funzionale nella MTC Medicina Tradizionale Cinese è un gruppo di organi, tessuti e funzioni coerenti con una funzione sociale nel clan delle origini. Il Sheng Chiang ha una azione sull’orbita polmonale , orbita milza pancreas e orbita stomaco.

Le orbite funzionali nel loro complesso sono dodici.  Esse sono attribuite ognuna ad una fase evolutiva secondo l’apposita convenzione di valore. La  orbita funzionale cardiaca ha una relazione con la fase evolutiva fuoco indicata nell’immagine. La relazione con l’orbita funzionale polmone è da attribuire alla fase evolutiva metallo. Le orbite milza pancreas e stomaco sono entrambe da attribuire alla fase evolutiva terra.

Effetti dello Zenzero secondo la Medicina Tradizionale Cinese

Gli effetti del Sheng Chiang che derivano da quanto espresso sono i seguenti:

  • scioglie la superficie ( species)
  • promuove la sudorazione
  • riscalda il cento
  • seda la tosse
  • drena il muco

Quali sono le indicazioni dello Zenzero secondo la MTC?

Secondo la MTC Medicina Tradizionale Cinese Sheng Chiang è indicato nelle seguenti circostanze:

  • trattamento dell’influenza
  • profilassi dell’influenza
  • freddo delle orbite terra ( stomaco  e milza pancreas)
  • intossicazione alimentare

Composizione chimica – Zenzero proprietà

Lo Zenzero contiene 1,5-3% di olio essenziale nel quale predominano i sesquiterpeni come zingiberene, ar-curcumene e beta-eudesmolo che ne conferiscono l’aroma tipico.  Tuttavia nell’olio essenziale di zenzero sono stati finora identificati più di 150 componenti. Tra questi componenti non volatili (oleoresina) che ne conferiscono la nota acre e piccante. Essi  sono caratterizzati da arilalcani come i gingeroli e gli shogaoli (shoga in giapponese significa zenzero).

Questi ultimi si formano soltanto durante la conservazione. Un altro prodotto di decomposizione degli gingeroli è lo zingerone. La sua presenza sta a significare che la droga è stata conservata troppo a lungo, quindi di qualità inferiore. Altri componenti sono lipidi; molto amido; proteine; vitamine (A e niacina). Dallo zenzero fresco è stata isolata una proteasi.

Indicazioni per lo Zenzero secondo conoscenze attuali – Zenzero proprietà

Il rizoma dello Zenzero è un rimedio straordinario in molte malattie. Si tratta di una serie di effetti utili da considerare nella somministrazione di rimedi in capsule o compresse. Anche l’uso di zenzero nella cucina può avvalersi degli stessi benefici. Tuttavia in questo caso è difficile raggiungere i dosaggi terapeutici e sopratutto monitorarli nel tempo. Le indicazioni maggiormente apprezzate sono le seguenti:

  • antinfiammatorio
  • antiossidante
  • antibiotico
  • antivirale
  • analgesico
  • contrasta l’alitosi
  • antinausea
  • favorisce la digestione
  • migliora la funzione dello stomaco
  • depurativo
  • contrasta il meteorismo
  • chinetosi ( mal di auto, mare o volo)
  • antipertensivo
  • afrodisiaco

Controindicazioni per lo Zenzero – Zenzero proprietà

Alcune  situazioni controindicano l’utilizzo del rimedio per possibili effetti indesiderati :

  • gravidanza
  • allattamento
  • gastrite
  • ulcera

Interazioni farmacologiche – Zenzero proprietà

Ogni rimedio anche se naturale, può interferire con la contemporanea assunzione di farmaci. In particolare esistono alcune categorie di farmaci che debbono indurre cautela o sospensione di una contemporanea assunzione di Zenzero:

  • antinfiammatori
  • antiaggreganti
  • anticoagulanti
  • antidiabetici
  • calcio-antagonisti

Etimologia di Zenzero Sheng Chiang – Zenzero proprietà

Il nome Sheng Chiang   significa “corno” in riferimento alla segnatura del rizoma utilizzato per le preparazione del rimedio.  Zenzero- Zingiber invece deriva dall’indiano Zingibil, mentre secondo altri etimologisti l’origine del nome Zingiber deriverebbe dall’Arabo Zind-schabil, che significa radice.

Lo zenzero, in sanscrito cringa-vera significa  “di aspetto cornuto” richiamando il significato cinese.  L’etimologia svela la relazione tra il rimedio e il rizoma.  Altre parte della pianta non presentano infatti le stesse virtù medicamentose.

Storia dello Zenzero in Europa

La pianta perenne origina in Asia. Tuttavia lo Zenzero arrivò in Europa all’epoca dei Romani. Dopo la caduta dell’impero romano, gli Arabi detennero il monopolio del commercio per secoli. Santa Ildegarda Von Bingen religiosa e naturalista tedesca, ne promosse l’utilizzo in molti contesti di cura e prevenzione. Nel tredicesimo e quattordicesimo secolo era la spezia più commercializzata insieme al pepe nero. Nello stesso periodo in Inghilterra lo zenzero era molto ricercato e una libbra,453 gr., arrivò a costare come una pecora.

Più tardi  venne  prima importato e successivamente coltivato da portoghesi e spagnoli che ne fecero un importante elemento dei loro commerci. Pertanto questo rimedio trovò ancor più ampia diffusione nell’Europa medioevale.  Nel Nordeuropa oltre che per le sue proprietà terapeutiche è tutt’oggi molto utilizzato per la produzione del pan di zenzero. In Inghilterra il pan di Zenzero è un dolce molto diffuso. Questo si prepara in particolar modo sotto il periodo natalizio, soprattutto nella classica forma di omino, il gingerbread man.

Hänsel e Gretel: una fiaba  che svela il significato racchiuso nello Zenzero.

I fratelli Grimm hanno scritto fiabe famose in tutto il mondo per la loro carica simbolica. Hänsel e Gretel è famosa per aver descritto tra molto altro anche il significato medicamentoso dello Zenzero. Hänsel e Gretel vengono abbandonati dal padre nel bosco su suggerimento della matrigna. La povertà indusse tale scelta. I due vagando in un mondo loro sconosciuto trovarono una casa fatta di pan di Zenzero.

Ne mangiarono e si rifocillarono. Successivamente al pasto compensativo di fame, paura e fuga, compare  la strega. Essa gli  promise affetto, illudendoli di una  protezione sicura. In realtà la strega  voleva nutrirsi dei due bambini. Pertanto li mise all’ingrasso per poterli poi successivamente arrostire e mangiare belli in “carne”.  La condizione della dieta ingrassante è opposta alla fame della loro provenienza. Si salvarono solo perchè Gretel ovvero il femminile sacro riusci a gettare la strega nel fuoco. In tal modo distrusse il femminile profano caratterizzato da eccesso e difetto di  affetto, accoglienza, protezione e nutrimento.

La strega nella fiaba rappresenta l’abbondanza carica di una insidie mortale. Al contrario la fame dalla quale Hänsel e Gretel provenivano cacciati dalla matrigna rappresenta la carenza. Anche la carenza è carica di insidie mortali. La sopravvivenza è un difficile equilibrio tra carenza e abbondanza  di un infinito elenco di variabili. Nella nutrizione, lo Zenzero aiuta a trovare quel punto di equilibrio salvifico. La matrigna e la strega sono in realtà la stessa persona, infatti la fiaba finisce che entrambe son morte.

La MTC indica tra gli effetti dello Zenzero il sostegno delle orbite stomaco e milza pancreas, le orbite del centro, connesse alla fase evolutiva terra. La fiaba è coerente con l’equilibrio che tali orbite esercitano su tutto l’organismo garantendone la sopravvivenza.

Come somministrare lo Zenzero?

Si osserva un diffuso utilizzo di internet al fine della auto-somministrazione o etero-somministrazione inadeguata, di rimedi di fitoterapia. Questa pratica comporta errori tali da favorire senza dubbio il business di farmaci chimici. Chi infatti mal usa un rimedio naturale, si troverà poi a dover ricorrere più frequentemente al farmaco, se ammala. Il farmaco  nel bene e nel male è infatti gestito sempre e giustamente da un medico .

La pratica discutibile di riservare la somministrazione di rimedi di fitoterapia  a personale non qualificato o  alla auto-somministrazione è pertanto un bel favore ai farmaci chimici. Motivo per il quale la si tollera a livello legale. Pertanto la presente scheda vuole esclusivamente informare sulle proprietà del Zenzero. Un paziente informato è infatti consapevole e coopera con la sua terapia.

Tuttavia si invita a rivolgersi ad un medico esperto in fitoterapia o agopuntura per valutare la propria situazione personale. Solo nella corretta relazione medico paziente è possibile affrontare una cura e sopratutto gestirla. La somministrazione di rimedi naturali non può avvenire al di fuori di questa regola. La prevenzione e la cura delle malattie, richiede infatti  pur sempre una diagnosi clinica e strumentale, la prescrizione di adeguata terapia e il suo monitoraggio. Anche la valutazione delle interazioni con eventuali terapie farmacologiche o malattie pregresse è necessaria. Tutto ciò avviene esclusivamente in una relazione terapeutica.

Dove fare agopuntura a Roma

L’agopuntura   è in Italia un atto medico.   Pertanto le metodica deve essere essere esercitate esclusivamente da un medico esperto.   Il paziente può verificare  l’operatore tramite l’ iscrizione dell’operatore presso l’ Ordine dei Medici e presso il Registro dei medici che praticano l’agopuntura.

L’iscrizione al Registro dell’ Ordine consente  un controllo di qualità relativamente alla formazione ricevuta dal medico. Inoltre a facilitare tale verifica all’Ordine dei Medici di Roma, il Registro si può consultare anche online. L’ agopuntura  non si contrappone ne sostituisce  le linee guida della medicina convenzionale. Al contrario  essa è associabile ad altre forme di terapia oltre che in prevenzione.

Dott. Fabio Elvio Farello,    Agopuntura e Fitoterapia a Roma