Moxibustione a Roma

Moxibustione a Roma

Moxibustione a Roma

Moxibustione a Roma

La tecnica consiste nella stimolazione termica del punto di agopuntura. La moxibustione a Roma è stata sostituita con l’infiltrazione dell’agopunto. Questa metodica aumentare l’effetto del trattamento come la moxibustione, ma senza produrre  i suoi effetti indesiderati.  La moxibustione nella tradizione cinese vorrebbe infatti la produzione di una  ustione terapeutica. Questo però non è compatibile con la sensibilità del paziente moderno. Sopratutto non è compatibile con il codice deontologico dei medici. Pertanto la maggior parte degli operatori pratica un riscaldamento soft dell’agopunto. Questo  limita però la efficacia del trattamento. La metodica  dovrebbe essere applicata generosamente. Infatti il suo scopo sarebbe ottenere effetti  anche in pazienti disidratati e non rispondenti. La moxibustione può  essere sostituita egregiamente dall’agopuntura infiltrativa o omeopatica.

Tanti metodi di stimolare il punto: moxibustione a Roma

L’agopuntura è una modalità di stimolare il malato particolarmente conosciuta in occidente. Non si tratta però dell’unico modalità di lavoro in agopuntura. Il punto può essere stimolato in vari modi.  Ogni modo ha i suoi vantaggi  e trova applicazioni specifiche.  La medicina tradizionale cinese nasce nella notte dei tempi e considerava tre possibilità  di stimolo: puntura, digito-pressione e ustione. Nell’agopuntura moderna si sono ampliate notevolmente le possibilità a vantaggio dei pazienti:

  • puntura
  • digito-pressione
  • moxibustione
  • laser
  • luce colorata
  • elettricità
  • magneti
  • infiltrazione con farmaci
  • infiltrazione con omeopatici

Perché tanti metodi di stimolare l’agopunto: moxibustione a Roma

L’intento di qualsiasi stimolazione percutanea su agopunti è ottenere una infiammazione acuta locale. L’agopuntura è una infiammazione distrettuale. Il distretto è definito da agopunti e meridiani. In ogni caso un effetto agopuntura si ottiene solo se si riesce a produrre una miro-infiammazione.   La vitalità dei pazienti europei è certamente minore di quella osservata nel lontano passato dell’agopuntura.  Pertanto sarebbe necessario ricorrere alla fiamma per stimolare pazienti scarsamente rispondenti. In tal modo si otterrebbe comunque effetto.

Tuttavia la metodica correttamente eseguita non è accettabile per più motivi.  Per non dovere ricorrere ad una moxibustione troppo soft ,  molti medici si sono cimentati in altre soluzioni.. L’applicazione di calore è la forma di terapia particolarmente efficace nei pazienti definiti ” in vuoto”.  Questi pazienti sono disidratati e con deficit di sistemi tampone. La moxibustione permette di provocare anche in pazienti definiti “in vuoto”. Questa però è altrettanto possibile con l’aiuto della tecnologia.  Particolarmente adatta a sostituire la metodica  è l’agopuntura infiltrativa o omeopatica.

Le origini del metodo : moxibustione a Roma

Fin dall’antichità diversi furono i metodi usati per applicare il calore. Si ricorreva a pietre o bastoncini caldi. Spesso si utilizzavano i recipienti che contenevano acqua calda o materiale combustibile. In un certo periodo storico si adotto’ per la combustione di artemisia essiccata. L’artemisia è una erba medicinale molto importante.  Essa  finemente triturata viene e applicata a forma di cono sul punto di agopuntura prescelto. Quindi  veniva accesa con il fuoco. L’artemisia ha una combustione lenta che riscalda il punto di agopuntura. Contemporaneamente si libera un sostanza oleosa che si deposita sullo stesso.

La medicina tradizionale cinese : moxibustione a Roma

Il trattamento deriva da una diagnostica classica. Il malato è  valutato  secondo le convenzioni di valore. La medicina tradizionale cinese può prevedere per un trattamento con la moxibustione per i pazienti in “vuoto”.  Esistono molte modalità di lavoro e tecniche combinate, come quella con aghi caldi, pertanto è necessario scegliere il metodo di stimolazione più appropriato. Questo dipende dalla condizione del paziente e dalla localizzazione dei punti scelti per il trattamento. Ci sono due tipi fondamentali di moxibustione.

Nella diretta  la fonte di calore tocca direttamente il punto di agopuntura. Nell’indiretta il contatto è mediato da sostanze medicamentose come ad esempio lo zenzero. Nella forma indiretta si aggiunge allo stimolo calore quello prodotto dalla liberazione di sostanze oleose proprie dello zenzero. Come una tecnica  indiretta si deve considerare anche il sigaro di artemisia. Questo  una volta acceso viene fatto ruotare vicino all’agopunto in modo da provocare con il progressivo riscaldamento . La moxibustione si inserisce nella medicina tradizionale cinese come un metodo efficace di tonificazione degli agopunti.

La versione  moderna della: moxibustione a Roma

L’ agopuntura omeopatica è una opportunità di sostituire la moxibustione con una stimolazione di pari efficacia. Questo senza le problematiche indicate. La agopuntura omeopatica consiste nella infiltrazione di un agopunto con rimedi in formulazione iniettabile. Il rimedio viene infiltrato per via sottocutanea e intradermo sull’agopunto. Questo  determina oltre agli effetti medicamentosi anche una idratazione dell’agopunto.

Si tratta di un processo  simile a quello ottenuta tramite la moxibustione. L’agopuntura omeopatica offre il vantaggio di una compliance del paziente. La terapia non è infatti dolorosa.  Questo favorisce anche la tranquillità medico durante il trattamento. L’ agopuntura omeopatica può sostituire egregiamente la moxibustione. Un maggiore effetto si ottiene iniettando una maggiore massa di rimedio sull’agopunto pertinente. Una corretta fase diagnostica precede ogni trattamento in modo da includere correttamente le pazienti per le quali la metodica è indicata.

Dove fare alternative efficaci per la antica moxibustione a Roma

L’agopuntura  in italia è atto medico dal 1984. Pertanto la metodica deve essere essere esercitata da un medico competente. In tal senso è opportuno verificare l’ iscrizione dell’operatore presso l’ Ordine dei Medici e presso il Registro dei medici che praticano sia l’agopuntura, sia l’omeopatia.

L’’iscrizione ai Registri consente di valutare la qualità della formazione ricevuta dall’agopuntore. In effetti all’Ordine dei Medici di Roma, i Registri si possono consultare anche online. La agopuntura  non si contrappone ne sostituisce le linee guida della medicina convenzionale. Al contrario  essa è associabile ad altre forme di terapia oltre che in prevenzione.

Dott. Fabio Elvio Farello, Moxibustione a Roma