Agopuntura per la cellulite

Agopuntura per la cellulite

Agopuntura per la cellulite

Agopuntura per la cellulite

L’ agopuntura per la cellulite si applica per ridurre l’appetenza, la ritenzione, l’adiposità localizzata e lo stress che purtroppo la aggrava. Il pregio del trattamento è la sua efficienza priva di  effetti collaterali significativi. L’ agopuntura consiste nella stimolazione di particolari zonidi cutanei descritti nella Medicina Tradizionale Cinese e indicati in precise circostanze terapeutiche. Infatti la stimolazione di  questi zonidi cutanei produce effetti come in tutte le tecniche basate sullo stimolo a cui segue una reazione.

Nella cellulite si applica il metodo con diverse finalità del trattamento, a seconda degli obiettivi prioritari nella singola paziente. Si tratta di diversi protocolli di trattamento ognuno con una diversa finalità.  In ogni caso la cellulite  è una causa diffusa di inestetismi che necessita di trattamento non solo ai fini estetici, ma anche funzionalmente a rimuovere disturbi circolatori e metabolici implicati.

Agopuntura per la cellulite: cosa implica avere la cellulite?

Si tratta di una risposta adattativa del tessuto sottocutaneo, caratterizzata da  una ipertrofia delle cellule adipose e dall’accumulo  di acqua nello spazio extracellulare.  Talvolta si tratta di una sola delle due possibilità indicate. Molto più spesso le due possibilità si applicano insieme . In tal caso occorre comprendere la prevalenza o la equivalenza tra aumento del grasso locale e aumento della ritenzione idrica. 

Nella cellulite il sistema venoso e linfatico sono localmente compromessi, determinando una ritenzione di liquidi. A seguito di questo difetto si può successivamente depositare eccessivamente massa grassa nei luoghi meno irrorati. Il deposito di massa grassa ha però anche ragioni fisiologiche e patologiche. In ogni caso si osserva una induzione di inestetismi la cui rimozione non è solo indicata per motivi di estetica. La forma clinica si suddivide in edematosa, fibrosa o sclerotica a seconda delle caratteristiche morfologiche.

Agopuntura per la cellulite:  quale sono le cause dell’inestetismo?

Le cause  della patologia si distinguono in  primarie e secondarie.  Inoltre una predisposizione  può essere anche ereditata.  Tuttavia sono le abitudini e lo stile di vita sono però quelle che esprimono e aggravano maggiormente il danno estetico. In relazione alle cause manipolabili e dunque fruibili in terapia bisogna considerare le seguenti:

  • cattiva alimentazione
  • ripetizione stagionale di diete
  • sedentarietà
  • fumo
  • uso e abuso di farmaci
  • stress
  • malattie endocrine
  • malattie croniche
  • postura
  • genetica

Agopuntura per la cellulite:  quale sono  tutte le possibili terapie?

La cellulite può essere prevenuta e trattata agendo sui fattori indicati.   La terapia è generalmente multidisciplinare e considera:

  • linfodrenaggio
  • ionoforesi
  • pressoterapia
  • attivazione fisica coerente
  • cura Kneipp
  • mesoterapia
  • nutrizione clinica
  • terapia posturale
  • terapia antitabagica
  • agopuntura

Agopuntura per la cellulite:  quando insorge il disturbo?

L’insorgenza della cellulite si osserva già in adolescenza. Infatti questo periodo  della vita è caratterizzato talvolta  da una tempesta ormonale. Sopratutto negli ultimi decenni si osserva una anticipazione del primo ciclo mestruale, se confrontato il dato relativo alle generazioni precedenti. La fretta che caratterizza ogni aspetto dell’era moderna, si ripercuote in tutti gli ambiti della vita, inclusa l’adolescenza.  Tuttavia anticipare una data che in natura sarebbe avvenuta più in là nella vita, comporta anomalie e problematiche.

La cellulite inizia in alcuni casi proprio in quell’età  con un ingombro nella zona dai fianchi fino al ginocchio. In un primo momento si tratta di una ritenzione idrica e una sofferenza circolatoria. Si consiglia pertanto un ingresso tempestivo in percorsi utili alla prevenzione già in giovane età.  In relazione occorre osservare che la nutrizione di una adolescente media è uno scempio rispetto alle regole connessa alla salute e al buon senso. Pertanto iniziare i trattamenti in agopuntura fin da giovani è certamente consigliabile. Tuttavia questo non solleva la giovane paziente da una revisione dello stile di vita

Molto più spesso sono donne in una fase successiva a lamentare il problema e richiedere soluzioni.  Infatti  ad una maggiore consapevolezza del proprio corpo corrisponde una proporzionale richiesta di trattamento. Anche in questo caso però prima si inizia, meglio sono nel tempo i risultati ottenibili.

Agopuntura per la cellulite:  come funziona?

Il trattamento consiste in sedute di stimolazione di zonidi cutanei tramite aghi bimetallici.  Si osserva come un ago bimetallico sia un dipolo elettrico.  Questo ago può comportarsi come una batteria.  Infatti se ruotato  nel zonide cutaneo nel quale viene applicato, produce una piccola corrente di induzione. Questa piccola corrente non è certo in grado di dare dolore o di accendere una lampadina. Tuttavia la corrente di induzione prodotta è in grado di stimolare le terminazioni nervose libere , particolarmente frequenti  nei zonidi cutanei stimolati.

Nella singola seduta si applicano  e si manipolano un certo numero di aghi su altrettanti agopunti.  Successivamente questi aghi rimangono in sede per un periodo di circa 20 minuti, svolgendo il loro lavoro.  Alla fine di questo periodo ,l’agopuntore estrae dalla cute gli aghi infissi, concludendo la seduta. Si tratta di una terapia semplice, priva di controindicazioni e bene accetta dalle pazienti.

Agopuntura per la cellulite:  quali sono i vantaggi?

I protocolli di trattamento sono molti e sono da personalizzare alla situazione della singola paziente.  Generalmente le sedute sono indirizzate al contenimento della appetenza, alla attivazione della diuresi, per stimolare la lipolisi o per ottenere un contenimento  dell’adattamento a stress.  La cellulite ha infatti  tra le sue cause maggiori proprio lo stress. I trattamenti con agopuntura possono inoltre aiutare il  sono apprezzati dal paziente con fame incoercibile,  al fine di modulare il sistema neurovegetativo favorevolmente.

Si può pungere anche nelle vicinanze della adiposità localizza, attivando una maggiore risposta alla terapia. Nella forte stimolazione si infiltrano i punti di agopuntura con rimedi idonei alla lipolisi e alla attivazione della circolazione periferica. La forte stimolazione è certamente una tecnica energica, ma non perde per questo la elevata tollerabilità biologica. Questo consente di estendere i trattamenti se gradito o necessario, senza compromettere la salute. L’agopuntura  contribuisce inoltre a ridurre terapia maggiormente invasiva ed è associabile quando essa è necessaria.

Agopuntura per la cellulite:  cosa è una forte stimolazione?

L’ agopuntura infiltrativa per la cellulite è una cura priva di effetti collaterali  degni di considerazione che impiega  rimedi biologici vasoattivi  e lipolitici ingressi cutanei indicati dalla medicina tradizionale cinese. Il trattamento consiste nella infiltrazione di rimedi iniettabili, sui zonidi cutanei massimamente indicati ad esaltarne l’effetto.  Durante le sedute  i rimedi sono infiltrati per via sottocutanea, mesodermica e intradermica su agopunti idonei ad attivare diuresi, lipolisi e circolazione.

Il trattamento della cellulite  si esprime in cicli di sedute. Durante una seduta  il paziente è posizionato su un lettino medico. Il medico dopo averlo visitato decide quali rimedi associare a determinati quali agopunti. S’inietta su agopunti coerenti un cocktail di rimedi formulazione iniettabile. Dopo il trattamento il paziente rimane circa dieci minuti sdraiato, prima di rialzarsi.

L’ agopuntura infiltrativa è eseguita sempre con materiale monouso e garantisce la sicurezza dei pazienti. Essendo una associazione di diversi metodi la forte stimolazione non trova impiego solo nella cellulite. Al contrario questo metodo si applica vantaggiosamente anche per il trattamento delle malattie correlate a stress e per la terapia del dolore.

Si  tratta di una metodica veramente provata e efficiente?

L’agopuntura è riconosciuta dalla Organizzazione mondiale della sanità, WHO  World Health Organization dal 1979 .  Oltre al riconoscimento della WHO l ‘agopuntura gode di ancor maggiore considerazione dall’ UNESCO.  Secondo l’UNESCO la medicina tradizionale cinese è un patrimonio culturale dell’umanità.  Somministrare agopuntura in Italia. secondo la cassazione, è atto medico dal 1984.

L’ agopuntura risale al passato dell’umanità. Si pensi che nel corredo funerario di antichissime tombe si sono trovati set di aghi da agopuntura.  Pertanto la pratica di questo metodo  è più antica di quello che si pensa. Certamente esistono molte pubblicazioni scientifiche che dimostrano l’efficienza del metodo secondo canoni di verifica attuali. Però la prova di efficacia più importante resta l’aver superato il passare del tempo. Solo metodi che funzionano superano lo scorrere dei millenni. L’agopuntura può vantare anche questo importante riconoscimento.

A quale medico mi rivolgo?

Questa tecnica deve essere esercitata da un medico competente . La metodica è insegnata in Italia purtroppo fuori dalle università, rendendo la formazione dei professionisti non sempre omogenea. Inoltre occorre difendersi dalla possibilità di abusivismo tipica in molte altre discipline mediche. In  tal senso l ’iscrizione presso l’ Ordine dei Medici e presso il Registro dei medici che praticano  l’ agopuntura,  sono uno strumento di verifica importante .

La consultazione del Registro  da parte del paziente è opportunità. In tal modo si può verificare la qualità della formazione ricevuta dell’operatore scelto.  Infatti al Registro si può iscrivere solo un medico. Inoltre egli deve aver ricevuto un formazione adeguata e controllata. L’agopuntura  non si contrappone ad altri trattamenti. Al contrario essa contribuisce ad una migliore gestione del paziente.  La metodica svolge anche un ruolo importante nella prevenzione.

Agopuntura per la cellulite:  una dieta serve?

La dieta durante e dopo il trattamento non deve mai essere omessa. In realtà alla dieta occorre anche associare uno stile di vita adeguato. Il movimento fisico la mattina  al risveglio è infatti molto  importante. Il cibo adatto al trattamento anticellulite utilizza i rapporti ormonali, biochimici e metabolici implicati nella patologia. Il cibo può interferire favorevolmente su tali rapporti contribuendo significativamente nella gestione corretta  dei trattamenti. La coerenza della dieta con l’organizzazione circadiana delle funzioni biologiche, comporta una indicazione precisa delle fasce orarie nel quale assumere i cibi prescritti.

Anche assumere il corretto turn over idrico è parte del trattamento. Infatti l’acqua è la prima di tutte le medicine. Nella cellulite in particolare, bere adeguatamente comporta poter asciugare la ritenzione idrica, nella quale è implicato il sale. Si osserva spesso la ritenzione idrica in pazienti con uno scambio inadeguato di acqua. Bere poco è una pessima abitudine, in particolare se si desidera risolvere problemi di salute e\o di estetica.

La dieta anticellulite è integrativa di altri strumenti di terapia. La scelta oculate del cibo oltre a rappresentare un presidio per la terapia è anche uno strumento di prevenzione importante. Modificare lo stile di vita dovrebbe essere sempre il primo presidio di una cura e richiede, esami strumentali, valutazione dei sintomi e delle cause della cellulite. Il trattamento procede pertanto sempre da una corretta diagnosi verso la prescrizione dei rimedi più adatti al singolo paziente.

Quali sono gli esami strumentali preliminari il trattamento ?

L’analisi della composizione corporea è un esame  di diagnostica bioimpedenziometrica privo di fastidi e ben tollerato dai paziente. Questo esame si utilizza in molte circostanze, ma è particolarmente utile nelle pazienti con cellulite.  La paziente è sdraiata su un lettino e connesso alla strumentazione tramite cerotti conduttivi applicati sulla cute.  Una volta cablato il paziente il prelievo per l’esame dura pochi secondi e la elaborazione dei dati prelevati richiede al massimo alcuni minuti.

L’ esame della composizione corporea fornisce oltre quaranta parametri utili nella dieta anticellulite e utili sopratutto per definire il protocollo di trattamento agopunturale più adeguato al singolo caso . Il dispositivo per l’analisi della composizione corporea è in grado di acquisire  i dati del singolo paziente. Tra questi alcuni sono particolarmente significativi per comprendere la cellulite e monitorare i trattamenti:

  • ALST Appendicular Lean Soft Tissue: massa magra di braccia e gambe
  • AT Adipose Tissue: tessuto adiposo espresso i kilogrammi
  • AAT Addominal Adipose Tissue: area totale di grasso addominale
  • ECMatrix: ExtraCellular Matrix, matrice extracellulare espressa in kg
  • ECW ExtraCellular Water: quantità d’acqua extracellulare
  • FFM Fat Free Mass: quantità totale di massa magra
  • FM Fat Mass: quantità totale di massa grassa
  • FM up 4 week : incremento mensile di massa grassa
  • Skelettal Muscle FFM: massa muscolare espressa in kg

Dott. Fabio Elvio Farello  Agopuntura per la cellulite a Roma