Addome gonfio e agopuntura

Addome gonfio e agopuntura

addome gonfio e agopuntura

addome gonfio e agopuntura

L’ addome gonfio è spesso conseguenza di una diffusa malattia denominata colite per la quale è utile considerare trattamento con agopuntura. Si  tratta di una  una metodica impegnata con successo nelle malattie del colon come  sedativo, analgesico e sopratutto antispastico. L’agopuntura è apprezzata  nel trattamento  per gli effetti benefici sul sistema neurovegetativo, peraltro privi di controindicazioni degne di nota.

Si apprezza come tecnica maggiormente efficace l’agopuntura infiltrativa. Secondo questa tecnica si infiltrano rimedi naturali per l’addome gonfio espressi in formulazione iniettabile,  su punti di agopuntura adatti al trattamento della  colite.  In tal modo si ottiene una risposta maggiore al trattamento , senza però perdere l’elevata tollerabilità del metodo.

Quali altri sintomi si associano all’addome gonfio

La colite è una malattia psicosomatica caratterizzata da una flogosi frequentemente cronica del colon. I sintomi della colite sono numerosi, ma estremamente  variabili a seconda della soggettività del singolo paziente. Tuttavia si osserva più comunemente associato al gonfiore anche:

  • variazione di consistenza delle feci
  • tenesmo
  • ansia
  • dolore,
  • spasmi
  • alvo alterno

Il paziente con addome gonfio indica ance se meno frequentemente i seguenti fastidi:

  • nausea e vomito,
  • senso di sazietà precoce,
  • dolori all’ano ed al perineo.
  • alitosi,
  • bruciore in bocca o in gola,
  • cattivo sapore in bocca

In caso di addome gonfio come si arriva a diagnosi di colite

La visita medica consente per via clinica la diagnosi . Spesso il paziente indica al medico la presenza di una situazione di vita caratterizzata da stress. Tuttavia occorrono  verifiche di tipo strumentale per consolidare la diagnosi. Più comunemente si prescrivono in caso di addome gonfio le seguenti analisi:

  • esami del sangue
  • radiografia del colon,
  • ricerca nelle feci di sangue occulto
  • colonscopia endoscopica
  • eventuale prelievo bioptico

La diagnostica strumentale è necessaria per escludere altre patologie che possono determinare un addome gonfio. Per queste potrebbe essere necessaria altra terapia.  L’ agopuntura è  somministrata sempre da un medico e preceduta da una visita medica completa. Questo è necessario per includere nel trattamento i pazienti con disturbo funzionale o stress correlato del colon,  Esistono infatti una serie di altre malattie che possono altrettanto determinare gonfiore, ma necessitare altro trattamento.

Come escludere che l’addome gonfio si causato da altre malattie?

In alcuni casi  l’addome gonfio compare come sintomo associato ad altre malattie oltre alla colite . In tale condizione l’ agopuntura non è controindicata, ma purtroppo non sostituisce terapia specifica.  Il sintomo addome gonfio pur essendo frequentemente dovuto da colite è in realtà un sintomo aspecifico. Molti lo considerano tra i  MUS, Medically Unexplained Symptoms. Questo a sottolineare una sua elevata aspecificità. Solo a titolo di esempio si citano alcuni altri organi che se affetti da malattia, possono altrettanto causare gonfiore:

  • stomaco
  • colecisti
  • fegato
  • intestino tenue
  • pancreas

In questi casi l’ agopuntura potrebbe migliorare i disturbi a livello sintomatico. Tuttavia difficilmente completerebbe la terapia da sola.  L’addome gonfio da colite invece e può essere trattato con sola agopuntura , sopratutto quando espressione  della risposta adattativa  a stress patito.

Quali sono le cause maggiori del gonfiore addominale oltre lo stress?

La colite  appartiene alle malattie stress correlate. Forse la si può considerare la più frequente.  Questo  sottolinea l’enorme rilevanza del fattore stress nella induzione e mantenimento della malattia.  Tuttavia  esistono una serie di fattori  aggravanti da considerare. L’addome gonfio è alimentato da  molti altri fattori tra i quali elenchiamo i seguenti:

  • carenza di riposo
  • alterazioni del microbiota intestinale
  • spasmofilia
  • genetica
  • infezioni
  • cibo spazzatura
  • sedentarietà
  • stress
  • fumo
  • farmaci
  • tossici

Nonostante l’ampio elenco di cause possibili per la colite, il colon resta un sismografo emotivo. Difficile constatare addome gonfio in caso di benessere emotivo.

Perchè il malato preferisce spesso una causa fisica per l’addome gonfio?

Si osserva la diffusa preferenza  del malato di trovare una o più cause fisiche alla sua condizione. Si osserva una indubbia propensione verso una spiegazione alla propria sofferenza, che non modifichi lo suo stile di vita e non implichi responsabilità alcuna.  Talvolta  il  malato non  vuole neppure  sentir parlare di correlazione con lo stress. Infatti la diagnosi di colite stress correlata,  definisce la necessità di un impegno personale.. La maggior parte dei pazienti a dispetto di ciò preferiscono che l’impegno nella cura sia esclusivamente del medico. Purtroppo ben altra cosa è occuparsi in prima persona alla costruzione del proprio benessere.

Si osserva pertanto l’affannosa ricerca di una causa fisica per l’addome gonfio, anche, quando questa avesse una prognosi peggiore. La terapia più  desiderata dal malato che non ama assumere impegni è pertanto una bella pillola per ridurre l’addome gonfio. Purtroppo questo desiderio appartiene spesso al mondo delle  illusioni.  Certamente occorre trattare ogni fattore interferente di tipo fisico.  Tuttavia l’addome gonfio richiede un serio impegno  nel modificare il proprio stile di vita. In particolare occorre che il paziente  consideri l’alimentazione e la propria sfera emozionale o conflittuale.

Come funziona il trattamento?

L’agopuntura infiltrativa è il metodo più semplice e efficace. Nel dettaglio si  associano gli effetti dell’agopuntura tradizionale, a quelli di rimedi naturali in formulazione iniettabile. Quest’ultimi sono generalmente antispastici e sedativi .  Tali rimedi sono infiltrati su punti di agopuntura  della parete addominale. A questi si associano punti sugli arti inferiori e sugli arti superiori.  I punti a distanza sono molto importanti perché rafforzano l’effetto.   L’agopuntura sviluppa un effetto antiflogistico, sedativo  e antispastico. Oltre a questi tre effetti sintomatici. l’ agopuntura ha un effetto regolativo sul sistema neurovegetativo

. Il sistema neurovegetativo è tra molto altro,  l’interfaccia tra cervello e digestione.  Il trattamento  peraltro non evidenzia gli effetti collaterali dei farmaci. Questa caratteristica consente di ripetere il trattamento nel tempo. Infatti molti dei pazienti affetti,lamentano una condizione  da sofferenza  cronica oppure recidivante.  Si applicano generalmente due sedute a settimana per cicli scansionati nel tempo. Queste sedute  non sono fastidiose per il paziente. Al contrario egli le apprezza perchè temina le stesse riposato e rilassato.

Quali sono gli esami preliminari al trattamento agopunturale ?

Una valutazione tramite analisi specifiche  consente una adeguata preparazione al trattamento agopunturale.  L’analisi della comporizione corporea consente una valutazione completa e essenziale. Tramite essa  si possono distinguere i pazienti  che rispondono  meno bene al trattamento dai non responder. Per questi ultimi si può correggere la loro risposta al trattamento con aiuto di una dieta mirata. Altrettanto possibile è la  integrazione per bocca di elementi mancanti nella loro composizione corporea.  In particolare prima di un trattamento in agopuntura conviene misurare i seguenti valori  perché indicano per un buon esito del trattamento o il modo di migliorare il successo e la efficacia del trattamento:

  • TBW  Total Body Water  o Acqua totale
  • TBMg Total Body Magnesium o Magnesio totale
  • TBK  Total Body Kalium o Potassio totale
  • Skeletal Muscle o massa muscolare
  • Gly o Glicogeno

In caso si ricontrasse una anomalia in questi parametri  saranno prescritte strategie di recupero  Una dieta adeguata a compensare carenze  sarebbe opportuna.  Dove non fosse possibile si può integrare carenze.  Anche lo stile di vita, e la attività motoria e biomeccanica sono oggetto della corretta preparazione del paziente. L’efficacia dei trattamenti in agopuntura è maggiore quando il paziente è correttamente preparato.

Che importanza ha l’acqua ingerita nell’addome gonfio?

ll corpo umano è composto  prevalentemente di acqua. Il valore di riferimento è tra il 60 e il 70 % di acqua. Il parametro misurato  con la bioimpesenziometria è denominato TBW. Si tratta della Total Body Water che   indica la percentuale d’acqua rispetto alla massa corporale totale. I valori di TBW troppo bassi incidono sulla funzione del colon. Infatti Il colon assolve, a molte funzioni tra le quali anche quella di risparmio idrico. Il colon richiama acqua dal bolo fecale quando l’assunzione di acqua è non bastevole. Il turn over dell’acqua è il  fabbisogno minimo giornaliero. La diagnostica bioimpedenziometrica può misurare anche questo parametro. Bere il Turn Over idrico giornaliero comporta una agevolazione notevole alla funzione del colon.  Pertanto la terapia della sindrome del colon irritabile include anche di bere correttamente.

Che importanza ha la dieta nell’addome gonfio?

Una dieta coerente  con il trattamento  è utile per applicare strategie alimentari idonee a ridurre l’ infiammazione cronica e la situazione metabolica iperacida tipica  in questi pazienti.  Qualità del cibo e orario di assunzione interferiscono in modo significativo con il corretto equilibrio del cortisolo. Cibo inadeguato comporta, infatti, una disregolazione del ritmo circadiano dei glucocorticoidi.  Alla presenza uno stile di vita  errato si assiste a un’alterazione dell’asse HPA.  Gli effetti negativi di una circadianità perduta cortisolo e delle alterate retroazioni ormonali comportano l’alterazione della corretta risposta infiammatoria. Una dieta coerente con il trattamento seleziona i pasti secondo le retroazioni ormonali indicate, determina un equilibrio acido-base e un contenimento della sintomatologia.

Quali parametri nutrizionali seguire ?

Per l’addome gonfio dovuto a colite sono rilevanti oltre il fabbisogno oggettivo d’acqua, anche  altri parametri nella dieta. In particolare è  consigliabile controllare i seguenti aspetti:

  • l’equilibrio corretto di cibi acidificanti e alcalini,
  • la circadianità dei ritmi d’introduzione del cibo
  • le carenze di vitamine  e minerali

Spesso uno sbilanciamento del PRAL Potential Renal Acid Load determina una diminuzione dell’attività enzimatica con conseguente mal digestione. Il colon è implicato e alterazione del transito tipico nelle disfunzioni. I parametri concorrono a migliorare la colite e il relativo gonfiore tramite una dieta coerente.

Quale è tipicamente la sofferenza emozionale del paziente con addome gonfio da colite?

Secondo la medicina tradizionale cinese a nei pazienti con addome gonfio si osserva  frequentemente la tristezza.. Egli potrebbe  anche apparire socievole e allegro . Tuttavia nel suo interno egli patisce  una forte melanconia. Questa è talmente estesa da non essere sempre esprimibile. Questo stato d’animo bascula peraltro tra due opposte espressioni. Talvolta il spaziante  è rassegnato e trascura i propri bisogni. In altri momenti tende a preoccuparsi eccessivamente.  Il paziente bascula da un eccesso ad un difetto nella occupazione di se.

A livello conflittuale patisce un conflitto tra il trattenere o eliminare qualcosa nella sua vita.   Questo si traduce in peristalsi e antiperistalsi nel funzionamento del colon. A livello conflittuale il paziente esprime la pulsione a eliminare qualcosa e contemporaneamente la inibisce. Per esempio quando la persona , il lavoro o la cosa da eliminare è anche amata. Questo è  una descrizione caratteriale  anche se nel singolo caso possono esserci varianti considerevoli. L’addome gonfio può pertanto manifestarsi in contesti psichici e biologici diversi da quello indicato.

A quale agopuntore mi rivolgo?

Somministrare agopuntura in Italia è atto medico dal 1984.   Pertanto questa tecnica deve essere esercitata da un medico competente . L ’ iscrizione presso l’ Ordine dei Medici e presso il Registro dei medici che praticano  l’ agopuntura,  sono uno strumento di verifica importante. La consultazione del Registro  da parte del paziente è opportunità. In tal modo si può verificare la qualità della formazione ricevuta dell’operatore.  Infatti al Registro si può iscrivere solo un medico. Inoltre egli deve aver ricevuto un formazione adeguata e controllata. L’agopuntura  non si contrappone ad altri trattamenti. Al contrario essa contribuisce ad una migliore gestione del paziente.  La metodica svolge anche un ruolo importante nella prevenzione.

Dott. Fabio Elvio Farello  Addome gonfio e agopuntura a Roma