Cefalea tensiva e agopuntura

cefalea tensiva
cefalea tensiva

Per la cefalea tensiva è utile l’  agopuntura  come terapia antinfiammatoria miorilassante e analgesica priva di effetti indesiderati.L’ agopuntura consiste è una stimolazione  percutanea ottenuta tramite aghi bimetallici posti su agopunti ovvero zone della cute definite secondo la medicina tradizionale cinese.  Si tratta di una metodica complessa integrata in una terapia che non si deve concludere solo come atto terapeutico locale. L’impiego di tale metodo è particolarmente importante  in tutti i pazienti affetti da dolore e in particolare nella cefalea tensiva che accompagna talvolta per anni la vita dei pazienti. La cefalea tensiva è la forma più diffusa di mal di testa ed è connessa contrazione dei muscoli del cranio e del collo. Il dolore si comporta come se il paziente fosse in  una morsa che lo stringe, denominato da molti come  “cerchio alla testa”.
Gli episodi di dolore possono essere sporadici o cronici. La diagnosi di cefalea tensiva richiede che siano presenti almeno due delle seguenti caratteristiche:

  • dolore di tipo compressivo-a morsa
  • dolore di lieve o di media intensità che non impedisce la normale attività
  • dolore con sede bilaterale;
  • nausea, vomito
  • adattamento al dolore

La cefalea tensiva può essere talvolta di tale intensità da impedire la vita quotidiana. Si tratta di una patologia che affligge ogni anno sempre più  pazienti La terapia convenzionale si avvale spesso di farmaci antinfiammatori perché in grado di bloccare alcuni passaggi chimici fondamentali dei precursori delle prostaglandine, di cui è bloccata la sintesi. Le cause riconosciute dalla medicina convenzionale sono multiple e una fattore da solo non riesce a scatenare il disturbo, ma la loro combinazione può essere determinante l’ insorgenza di dolore.

L’ agopuntura è una terapia rilevante per la gestione del paziente con cefalea tensiva. Il suo valore non risiede soltanto nell’analgesia, in altre parole la sua capacità di ridurre il dolore, ma  tramite gli effetti miorilassanti antinfiammatori agisce sulle cause del dolore.  Il pregio del trattamento con agopuntura risiede nel fornire uno strumento valido anche per prevenzione delle recidive oltre che certamente per cura delle fasi acute.  L’  agopuntura  può contribuire a ridurre il fabbisogno di farmaci per via sistemica. In genere, le sedute terapeutiche sono a cadenza bisettimanale a cicli ripetuti nel tempo. Il contributo della medicina tradizionale cinese invece determina la scelta del luogo in cui applicare gli aghi. Nessuno più della medicina tradizionale cinese ha codificato  i zonidi di stimolazione cutanea  e la loro relazione  nel terapia del dolore e della infiammazione.   L’ agopuntura  è atto medico e deve essere essere esercitata da un medico competente.L’ iscrizione presso l’ Ordine dei Medici e presso il Registro dei medici che praticano l’ agopuntura sono una indicazione sulla qualità della formazione ricevuta dell’operatore. La agopuntura  non si contrappone ne sostituisce le linee guida della medicina convenzionale, ma al contrario  stabilisce con esse una virtuosa sinergia e una straordinaria opportunità testa a livello di prevenzione.

Dott. Fabio Elvio Farello