Agopuntura per lo stress

Agopuntura per lo stress

Agopuntura per lo stress

Agopuntura per lo stress

L’agopuntura per lo stress è una delle sue indicazioni più frequenti. Generalmente il metodo è apprezzato per il suo effetto sedativo e miorilassante privo di effetti collaterali e di assuefazione.  Pertanto la metodica si può  applicare sia nel  trattamento delle conseguenze dello stress, sia nella sua prevenzione. La prevenzione è utile in periodi particolarmente carichi di impegni o di sofferenza.

Lo stress è una reazione adattativa ad una condizione che può pregiudicare la sopravvivenza. Si tratta di un cambiamento fisco e psichico progettato dalla evoluzione, per far fronte ad una situazione acuta.

La natura non avrebbe previsto le categorie conflittuali umane, ovvero quelle che si prolungano nel tempo. Pertanto lo stress se esteso temporalmente oltre determinati limiti, comporta  purtroppo danni psichici e somatici. In tal caso è necessario trattamento.

Cosa significa sindrome adattativa?  Agopuntura per lo stress

In natura la sindrome adattativa a stress predispone l’organismo ad  quei cambiamenti fisici e psichici, necessari a fronteggiare una minaccia. La natura comprende come minaccia, l’esposizione a predatore o qualsiasi altro sforzo idoneo al superamento di una difficoltà vitale e improvvisa. Finita la minaccia tutto ciò che si è prodotto per esaltare forza, coraggio e determinazione, rientra  rapidamente nella norma.

Pertanto in un ambiente naturale, lo stress non è una malattia, ma una opportunità. Si tratta di una risposta adeguata  per garantire la sopravvivenza in condizioni che non lo consentirebbero. L’energia disponibile viene implementata da una risposta ormonale e metabolica ingente.  La vita espone talvolta a delle sfide notevoli, alle quali la vita ha previsto risposte altrettanto importanti. Queste però sono programmate per essere intense quanto brevi.

L’essere umano si è definitivamente allontanato dal suo pianeta e dalla natura. Questo allontanamento ha lunga storia, ma si realizza particolarmente negli ultimi duecento anni. In tale arco temporale lo stress da acuto e diventato progressivamente una estensione temporale medio lunga. Gli adattamenti a stress, calibrati per liberare molta energia in breve tempo,  diventano inadeguati in tempi medio lunghi. La esposizione a stress cronico comporta pertanto disagio e malattia.

Quali sono le reazioni a stress acuto?  Agopuntura per lo stress

Nel corso dell’evoluzione i cambiamenti corporali e emozionali che hanno garantito la sopravvivenza in emergenza sono stati codificati come in un programma automatico.   La risposta biologica  automatica prevede una serie di cambiamenti fisici idonei ad affrontare un pericolo acuto:

  • aumento del flusso sanguigno verso le estremità
  • diminuzione delle funzioni del sistema immunitario
  • diminuzione delle funzioni digestive
  • elevazione della pressione del sangue
  • innalzamento  della frequenza cardiaca
  • aumento della sudorazione

Altri I segni evidenti oltre il quadro emozionale includono pallore della pelle, sudore, tremore e dilatazione pupillare.

Cosa succede se lo stress si cronicizza?  Agopuntura per lo stress

Le  risposte adattative a stress cronico sono molteplici. In realtà ogni soggetto paga il prezzo dell’adattamento nel suo luogo di minor resistenza. Lo stress cronico può pertanto rappresentare un fattore scatenante per qualsiasi malattia. Tuttavia alcuni sintomi di esposizione a stress cronico sono più comuni:

  • insonnia,
  • ansia,
  • disturbi digestivi,
  • alterazioni dell’appetito,
  • dolori,
  • infiammazioni croniche,
  • alterazione della risposta immunitaria
  • sindrome metabolica
  • riduzione della coscienza
  • aumento dei comportamenti impulsivi

Si tratta solo di un elenco solo esemplificativo, perché la risposta del singolo può riguardare funzioni e tessuti biologici ulteriori.

Quali sono le cause dello stress cronico?  Agopuntura per lo stress

La rivoluzione industriale, la tecnologia, la finanza, la luce elettrica e l’abbandono dell’agricoltura hanno determinato negli ultimi duecento anni più cambiamenti che in tutto il periodo di esistenza umana precedente.Questi cambiamenti hanno modificato le categorie conflittuali naturali comportando un disallineamento della risposta biologica corretta.

In particolare i tempi dello stato in stress si sono estesi notevolmente. Da evento episodico sono diventati evento quotidiano. Le nuove categorie conflittuali privi di naturalezza sono:

  • minaccia economica
  • guerra
  • prigionia
  • manipolazione chimica ambientale
  • locomozione
  • tecnologia
  • velocità dei processi
  • preoccupazioni medio lunghe
  • riduzione del riposo
  • carenze nutrizionali da alterazione del cibo
  • eccessi nutrizionali da ampia disponibilità di cibo di scarso valore
  • intossicazioni
  • abuso di farmaci
  • manipolazione mentale
  • perdita di valore emozionale

Come riconoscere lo stress cronico?  Agopuntura per lo stress

 A parte le complesse reazioni fisiche e emozionali a stress,  il volto è la parte del corpo che lo testimonia e lo rende almeno percepibile. La mimica attraverso l’espressione e la comunicazione non verbale  evidenzia l’esposizione a stress.  Questa condizione considerando i ritmi  che caratterizzano la quotidianità, implica un numero sempre maggiore di persone, di tutte le età.

Il paziente che patisce stress cronico è inoltre incline a negare la propria condizione. Si tratta di una reazione infantile purtroppo molto comune. La presa di coscienza di patire stress implica una responsabilità di gestirlo. SI assiste pertanto alla corsa forsennata di una causa fisica per la propria sofferenza. La eventuale scoperta di una causa fisica alleggerisce la propria responsabilità.

Il paziente che patisce stress cronico si riconosce pertanto anche dalla predisposizione a consumare pilloline di ogni tipo al fine di rimuovere i propri disturbi. Altrettanto un atteggiamento superficiale e banalizzante è parte del quadro. Ovvio che questo appena descritto è il paziente più difficile da trattare. Altri pazienti invece riconoscono bene la loro esposizione a stress. Questi pazienti sono più facili da gestire, perché hanno coscienza e consapevolezza di ciò che avviene.

Si può indagare il proprio stress ?  Agopuntura per lo stress

Durante l’ evoluzione i tessuti funzioni e campi emozionali si sono interconnessi quale soluzione biologica innovativa ad un precedente problema. Questo stabilisce un legame indissolubile tra soluzione biologica e problema che la necessita. Il legame è allocato nel sistema nervoso e trasmesso nelle generazioni come comportamento appreso e\o come genetica. Tale legame si applica nella situazione fisiologica, ma altrettanto avviene in malattia.

Questa lettura della malattia secondo l’agopuntura, permette una comprensione diversa del suo significato e apre alla possibilità della conflittolisi o di una migliore gestione del conflitto. La comprensione del senso della malattia non rinnega ne esclude nessuna delle conoscenze scientifiche sul come questo processo somaticamente si sviluppi. La domanda sul come avvenga un processo non risponde, infatti, al perché questo avviene.

L’analisi del senso applicato dalla malattia, valutando la coincidenza della lesione con precisi eventi storici personali, dei diversi fattori aggravanti, del risentito e dei campi emozionali possono aiutare ad un processo di consapevolezza per il singolo paziente. Una valutazione della malattia secondo il suo senso biologico, rappresentano una possibilità prima di comprensione e successivamente di coscienza riguardo la malattia, premessa ineludibile per la possibile risoluzione.

Si può misurare il proprio stress ?  Agopuntura per lo stress

Esistono vari strumenti che possono valutare la sindrome di adattamento a stress. Ovviamente questi strumenti sono in grado di apprezzare la quantità di stress non certo le sue cause. Al fine di determinare le cause occorre riferirsi sempre al rapporto medico paziente.

Tra i vari metodi di misurare oggettivamente lo stress, occorre menzionale l’analisi tomografica della bioimpedenza extracellulare. Si tratta di un dispositivo diagnostico non invasivo che permette di valutare la presenza o localizzazione di processi infiammatori e lo stato di attivazione del sistema  di reazione allo stress.

La metodica si applica nei casi in cui sia necessario valutare lo stato del sistema di reazione allo stress. Questo  è incentrato sulla catena
di relazioni dell’asse  ipotalamo-ipofisi-surrenali. Il dispositivo funziona attraverso la generazione di un impercettibile stimolo  stressogeno a bassa frequenza ed intensità, il dispositivo è in grado di valutare i gradi di attivazione e reazione dell’organismo, evidenziando la capacità di quest’ultimo di ristabilire un’omeostasi fisiologica locale e/o sistemica.

Come funziona l’agopuntura per lo stress?

Per contrastare efficacemente lo stress può essere impegnata l’ agopuntura. Gli effetti  sedativi e rilassanti possono essere  gradualmente visibili. Essi comportano un miglioramento della risposta adattativa del paziente e una diminuzione delle conseguenze emozionali e somatiche patite. Le sedute sono settimanali o bisettimanali e durano una ventina di minuti.  L’agopuntura oltre a gestire il paziente affetto da stress, può contribuire a ridurre il fabbisogno di terapia maggiormente invasiva.

I farmaci spesso adottati per risolvere gli adattamenti a stress causano a loro volta infatti ulteriori danni, sopratutto se assunti per periodi. L’agopuntura è  una terapia da considerare per ristabilire naturalmente l’equilibrio del sistema neurovegetativo. Il corretto rapporto tra sistema simpatico e parasimpatico è fondamentale per la gestione delle malattie stress correlate. In caso di irritabilità del neurovegetativo ne risentono tutti i feedback funzionali e ormonali.

Il trattamento  della sindrome adattativa a stress si avvale di agopunti con tale indicazione clinica, ma è necessario associare agli stessi anche un protocollo per le personali espressioni emotive e somatiche.  Una corretta fase diagnostica precede ogni trattamento in modo da includere correttamente le pazienti  per i quali l’agopuntura è indicata.

Da dove deriva questa tecnica – agopuntura per lo stress

L’agopuntura deriva dalla medicina tradizionale cinese nella forma più antica. Infatti in origine prima degli aghi metallici, si usavano  schegge di osso poroso bagnate di acqua e sale.Questo è stato scoperto dagli archeologi studiando il corredo funerario di antiche tombe.

In tale corredo funerario si sono trovai spesso dei sacchetti con aghi fatti si schegge di osso. Il nome di questi aghi di osso è Bian Shi. Si presuppone che essi fossero usati per  somministra una proto-agopuntura,  bagnandoli con acqua e sale.  L’acqua che si infiltrava nella porosità naturale del tessuto osseo come in una spugna, diventava un “ago di acqua” . Questo garantiva una conducibilità elettrica sul punto, come l’attuale ago di metallo,

Si tratta di una metodica riconosciuta ? Agopuntura per lo stress

La metodica agopunturale è parte della MTC Medicina Tradizionale Cinese, una antica forma di medicina, ancora oggi applicata con successo. Si tratta di una terapia, pertanto essa può essere somministrata solo da un medico. Si tratta di una medicina che vanta una longevità considerevole, Forse è la più antica ad essere ancora praticata. La prova del tempo è generalmente la più severa che esiste.  Trattamenti scarsamente efficaci non perdurano negli anni, anche se abilmente promossi. L’agopuntura vanta la sua attività terapeutica da millenni.

Esistono pubblicazioni secondo i canoni della scienza medica moderna che testimoniano la sua azione e le sue indicazioni. Il metodo è apprezzato con soddisfazione dai medici e dai loro pazienti.  L’agopuntura è riconosciuta come valida dalla  OMS Organizzazione mondiale della sanità o WHO  World Health Organization . Oltre al riconoscimento della WHO la metodica gode se possibile, di ancor maggiore considerazione dall’ UNESCO. Secondo l’UNESCO la medicina tradizionale cinese è un patrimonio culturale dell’umanità.

Dove fare agopuntura a Roma

L’agopuntura infiltrativa  è in Italia un atto medico.   Pertanto le metodica deve essere essere esercitate esclusivamente da un medico esperto.   Il paziente può verificare  l’operatore tramite l’ iscrizione dell’operatore presso l’ Ordine dei Medici e presso il Registrio dei medici che praticano l’agopuntura.

Infatti l’iscrizione ai Registri consente  un controllo di qualità relativamente alla formazione ricevuta dal medico. Inoltre a facilitare tale verifica all’Ordine dei Medici di Roma, il Registro si può consultare anche online. La agopuntura  non si contrappone ne sostituisce  le linee guida della medicina convenzionale. Al contrario  essa è associabile ad altre forme di terapia oltre che in prevenzione.

Dott. Fabio Elvio Farello,  Agopuntura per lo stress  a Roma