Cervicale infiammata e agopuntura omeopatica

Cervicale infiammata e agopuntura omeopatica

Cervicale infiammata

Cervicale infiammata

L’agopuntura è utile per la cervicale infiammata  come antiflogistico, analgesico e decontratturante privo di effetti collaterali indesiderati. L’agopuntura omeopatica è una tecnica complessa  per la quale i rimedi di omeopatia iniettabile sono infiltrati per via intradermo e sottocute su agopunti coerenti con la diagnosi. Si tratta di una metodica complessa integrata in una cura che non si deve concludere solo come terapia del dolore. La cervicale infiammata dipende spesso dall’artrosi cervicale, una malattia cronica delle cartilagini articolari, che interessa successivamente l’osso, la sinovia e  la capsula. Gli anziani e prevalentemente quelli di sesso femminile sono particolarmente esposti, ma  i dolori da cervicale infiammata coinvolgono oggi fasce sempre più giovani della popolazione.  L’ artrosi cervicale  può essere  causata  da fattori costituzionali e ambientali  o da fattori scatenanti quali traumi.   Leggi tutto.

Disntossicazione e agopuntura

Disintossicazione e agopuntura

disintossicazione

disintossicazione

Per disintossicazione  si intendono svariate tecniche funzionali a rimuovere tossine entrate in vario modo nell’organismo umano.  La medicina convenzionale concentra la definizione di disintossicazione alle intossicazione acute, dipendenze o avvelenamenti.  Le Medicine Non Convenzionali, MNC si occupano  al contrario prevalentemente di intossicazioni croniche, ovvero del carico di sostanze estranee alla vita orgagnica, che solo gradualmente e lentamente sviluppano danni biologici significativi. L’ambiente nel quale vive l’uomo è stato radicalmente modificato negli ultimi 100 anni da dissennate attività chimiche svolte con scopo prevalentemente malevolo. Le attività chimiche  e batteriologiche svolte durante il primo conflitto mondiale, costiuiscono uno spartiacque tra un mondo sostanzialmente in equilibrio con la natura e quanto osserviamo oggi intorno a noi. Non sono solo le molteplici attiità belliche sul pianeta ad aver disseminato tossine nell’ambiente. Attività chimiche svolte  con infiniti obiettivi tutti riassumibili come  becero lucro,  hanno violato e  violano i limiti della natura, costituendo di fatto un potente fattore di rischio per la salute.   Leggi tutto.

Geroprotettori e agopuntura

Geroprotettori e agopuntura

Geroprotettori

Geroprotettori

L’agopuntura può essere considerata tra i geroprotettori in quanto antinfiammatorio naturale in grado di modulare la risposta adattativa a stress. I geroprotettori sono sostanza in grado di interferire con i processi di invecchiamento. I geroprotettori sono in grado di rallentare i la progressione dei biomarcatori collegati all’invecchiamento, migliorando la funzionalità cellulare, d’organo e dell’intero organismo. La lunghezza dei telomeri si è accreditata da tempo come il biomarcatore primario dell’invecchiamento. La presenza di infiammazione cronica, insulinoresistenza, i radicali liberi, la genetica, lo stress e molti altri fattori incidono complessivamente sulla lunghezza dei telomeri, accorciando la vita.   Leggi tutto.

Telomerasi: elisir di lunga vita

Telomerasi:  elisir di lunga vita

telomerasi

telomerasi

La telomerasi è un enzima che aggiunge sequenze ripetitive di DNA “inutile” ai telomeri, determinando in tal modo la durata della vita. La vita dipende dalle parti inutili dei cromosomi denominati telomeri. I telomeri sono 92 nell’essere umano e non contengono informazioni genetiche significative. Essi non sono necessari per la formazione proteine, ma hanno invece un importante ruolo importante nel determinare la durata della vita. Come i lacci delle scarpe hanno una parte terminale in plastica, che ne garantisce la durata nel tempo, altrettanto alle estremità dei cromosomi si osservano i telomeri operare una protezione del DNA che impedisce all’elica di sfibrarsi. Se non vi fossero i telomeri la replicazione comporterebbe il rischio di una significativa perdita di informazione genetica ad ogni replicazione cellulare. Ogni volta che una cellula si divide i telomeri vengono tagliati senza perdere materiale genetico alcuno e pertanto si accorciano. Il  progressivo accorciamento dei telomeri scandisce la durata della vita ed è controbilanciato dalla telomerasi.   Leggi tutto.

Tabacco e agopuntura

Tabacco e agopuntura

tabacco

tabacco

L’ agopuntura può essere impegnata nei pazienti che vogliono fare un percorso terapeutico per la disassueffazione da tabacco.  L’inalazione di fumo da combustione del tabacco per fini rituali o per semplice piacere induce abitudine o dipendenza. Fumare la sigaretta è il metodo più comune per  inalare fumo di tabacco. Il fumo contiene nicotina, un alcaloide psicotropo e molte altre sostanze, che oltre a produrre una forma di piacere, inducono purtroppo dipendenza ed effetti collaterali anche gravi, tali da  sollecitare il paziente ad affrontare una disassueffazione assistita.  Leggi tutto.

PTSD, disturbo post-traumatico da stress

PTSD, disturbo post-traumatico da stress

ptsd

ptsd

ll PTSD o disturbo post traumatico da stress indica in medicina le conseguenze cliniche dovute alla esposizione ad un evento traumatico, catastrofico o violento. Il disturbo post traumatico è pertanto la conseguenza di un evento drammatico reale e non soltanto risentito dal paziente. Il risentito emotivo consente pertanto la reazione, ma non la genera mai senza la coincidenza di un dramma reale. La malattia si manifesta pertanto in una parte delle persone esposte ad esperienze estreme. Pur volendo e potendo definire una esperienza estrema in tutti i contesti possibili, il PTSD è principalmente associato alla guerra e alla perdita di ogni limite biologico connesso alla violenza espressa.  Leggi tutto.

Insonnia familiare fatale

Insonnia familiare fatale

insonnia familiare fatale

insonnia familiare fatale

L‘insonnia familiare fatale  è  una malattia degenerativa del cervello, che affligge principalmente il talamo e la corteccia cerebrale, non consentendo ai pazienti di dormire. Si tratta di una malattia rara e come tale destinata ad essere trascurata, se non fosse per la risonanza mediatica ottenuta  dalla storia di un fratello e una sorella australiani, malati presunti. La storia di Lachlan e Hayley Webb è stata raccontata dal quotidiano inglese The Independent e dalla tv australiana Nine News. I due giovani  non hanno sviluppato i sintomi della malattia e non è certo che avverrà. Di insonnia familiare fatale sono morti alcuni parenti tra cui la madre. Della vicenda amareggia osservare come i media speculino sul dolore altrui e come la ricerca di una cura per una rara malattia e dunque scarsamente remunerativa, sia in difficoltà a trovare adeguati finanziamenti  Leggi tutto.