Bufale: un sito per smascherare le false cure ?

bufale
bufale

Si chiamerà ‘attenti alle bufale’. il sito al quale sta lavorando la federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri Fnomceo. Il sito vuole informare i cittadini sulle false terapie e bonificare le truffe pubblicate in rete in tema salute e cure. Il compito di questo portale sarà di  smascherare ciarlatani e sarà accessibile a tutti dal sito web della Fnomceo. Si prevede che sarà attivo online entro la fine del 2016 con la collaborazione di  medici accreditati e esperti di fama nazionale. Il team di “attenti alle bufale”  sarà interattivo con i cittadini al fine di dare a tutti risposte chiare.  Questa iniziativa sia una occasione di libertà  e non privilegi interessi.

La rete rappresenta per un numero crescente di persone uno strumento fondamentale per informarsi, dove cercare soluzioni ai propri problemi inclusi quelli di salute. Il consiglio del conoscente o dell’esperto sono stati sostituiti nell’ultimo decennio da “Google”. Se si patisce un dolore o una malattia, si digita  sullo smarthphone  e si è inondati di informazione di varia natura.  Questa informazione è ordinata secondo ottimizzazione SEO e non secondo validità terapeutica. Esiste pertanto il rischio oggettivo di ricevere informazioni non valide   o non coerenti, poichè sul web non vi è alcun controllo a garanzia  dei contenuti. Un motore di ricerca ha una diversa logica nel fornire risposte e in questa logica possono emergere tra i primi siti proprio le “bufale”. Vero che il cittadino non è così stupido come lo si vuole dipingere, ma l’obiettivo almeno dichiarato di ” attenti alle bufale”, ”è consentire una verifica sulll’informazione ricevuta via web.  Dietro  le bufale ovvvero false e costose terapie si nasconderebbero solo interessi economici.

“Attenti alle bufale” sembrerebbe pertanto una operazione meritoria da sostenere. Alcune perplessità però possono sorgere. Le terapia più costose non sono quelle dei “ciarlatani”, ma proprio quelle validate con i metodi scientifici e talvolta troppo allineate con gli interessi di chi le produce. “Attenti alle bufale” potrebbe rappresentare una ghiotta occasione per favorire cure costose. rispetto a quelle naturali e economiche. Si spera pertanto che la giusta lotta contro i truffatori non sia occasione  per associare alle “bufale” anche le MNC Medicine Non Convenzionali. Una maggiore informazione dei pazienti sulle posizioni della scienza è un splendita occasione per fare cultura, sperando che questa  aumenti sempre la libertà di tutti i cittadini.